In bicicletta…


Da sempre luogo ciclistico, la Marca Trevigiana presenta diversi suggestivi percorsi per chi voglia mettersi alla prova ai pedali.

Bici in vacanza, ad esempio, è un percorso di 500 km, suddiviso in 8 tappe, attraverso tutta la provincia, passando dai territori pianeggianti e fluviali della zona meridionale fino ad arrivare all’area collinare e pedemontana a Nord. Durante il percorso il cicloturista incontrerà meravigliosi luoghi di interesse storico-artistico e naturalistico e avrà l’occasione di scoprire la Marca “gioiosa et amorosa” sotto un altro punto di vista, quello del turismo slow bike.

Sempre nell’ambito della proposta turistica slow bike troviamo il GiraSile (ciclovia E4), stupendo percorso che porta il turista in bicicletta a un contatto diretto con la natura del Parco Naturale Regionale del Fiume Sile, in un anello ciclistico di circa 40 km che da Treviso arriva a Casale sul Sile, per poi tornare verso il capoluogo.

La zona di Nervesa della Battaglia è interessata, poi, dall’Anello Ciclistico del Montello (download PDF) e dai suoi diversi percorsi, a partire dal periplo, percorso lungo poco più di 35 km con un dislivello massimo di poco più di 100 metri, con un minimo di 81 m. slm (proprio a Nervesa) e un massimo di 200 m. slm a Biadene, circa a metà tragitto, all’innesto della Dorsale.
Altro percorso dell’itinerario montelliano è, appunto, quello della Dorsale, strada che si sviluppa in senso Est-Ovest sulla cresta del Montello, attraversandolo per la quasi totalità. La strada è lunga circa 16 km e presenta un dislivello più ampio rispetto al percorso precedente, con una partenza a 81 m. slm (Nervesa) e un picco massimo di 363 m. slm a Santa Maria delle Vittorie, per arrivare ai 200 m. slm di Biadene, dove ci si ricongiunge al percorso del Periplo.
Il Periplo è collegato alla dorsale anche tramite le Prese, strade numerate progressivamente (dalla I alla XXI). Queste strade sono tutte diverse l’una dall’altra per pendenza, lunghezza, morfologia e difficoltà, rendendo il Montello un ottimo campo di allenamento per ciclisti di ogni livello.

All’Anello del Montello si collegano altre bretelle ciclistiche interessanti:
– Partendo da Ciano (comune di Crocetta del Montello), a 138 m. slm, si può percorrere la bretella del Monte Grappa, lunga 86 km, che richiede però un buon allenamento, vista soprattutto la lunga salita circa a metà percorso, che parte dal km 30 (207 m. slm) fino ad arrivare a un GPM a quota 1495 m. slm, dal quale si può raggiungere anche l’Ossario, a quota 1736. La discesa è tecnica, tortuosa e ripida e inizia al km 53, per terminare 10 km dopo, a Possagno. Da lì in poi il percorso è praticamente pianeggiante, con una lievissima discesa continua.

-Sempre da Ciano parte la Bretella delle Pianezze, percorso di 121 km con diversi sali-scendi e alcuni picchi più impegnativi, come quello della salita Madean (1237 m. slm) sul Monte Cesen, la salita di Milies (673 m. slm) nel comune di Segusino e quella del Monte Tomba (863 m. slm).

-La Bretella del Molinetto della Croda porta invece da Ciano a Nervesa, passando per i colli del prosecco di Valdobbiadene, Refrontolo, Collalto e Susegna, immersi tra la storia e la natura, caratterizzata da 62 km di sali-scendi continui, senza pendenze impegnative.

– La Bretella del Cansiglio presenta un percorso più lungo e impegnativo delle altre, con 164 km e 2053 m. di dislivello su una salita di 34 km, adatto a corridori esperti e allenati. Si parte da Nervesa, pedalando verso il Pian del Cansiglio (il picco massimo è di 1127 m. slm), arrivando a Vittorio Veneto e affrontando poi il Passo San Boldo (703 m. slm) per poi tornare verso il Montello, con arrivo a Ciano.

Da ricordare il fatto che la maggior parte di questi percorsi sono su strade aperte al traffico e che quindi il ciclista è obbligato a seguire le regole della strada (rispettare semafori, stop, precedenze, ecc) e i gruppi sono invitati a non occupare tutta la carreggiata, soprattutto vista la difficoltà di sorpasso da parte delle auto in molti passaggi.

Lungo i vari percorsi sono presenti alcuni punti di assistenza meccanica certificati.

L’area del Montello, con i comuni di Nervesa della Battaglia, Giavera e Volpago del Montello, è interessata anche dalla Ciclovia dell’Amicizia che da Monaco di Baviera porta a Venezia, passando per la Val Pusteria, Cortina d’Ampezzo, il Cadore, il Bellunese e la Marca Trevigiana, fino a raggiungere la Laguna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...